LE NORME CHE REGOLANO L’ASSOCIAZIONE

 

Spotted Community è un marchio dell’Associazione Unica, che ha sede legale in Aversa (CE) alla Via Giotto, 70 CAP 81031 e sede operativa in Via Monte San Michele 2/C, 80144 Napoli

GLI SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE

L’associazione non ha scopo di lucro, la sua durata è illimitata. Gli eventuali utili non possono essere ripartiti anche indirettamente. L’associazione nel perseguire i propri scopi si propone di:

  • favorire le attività culturali, artistiche e ricreative con particolare riguardo per quelle attività che coinvolgono i giovani. Al fine di perseguire tali finalità l’associazione potrà: organizzare convegni, mostre, proiezioni di video e film, concerti, spettacoli teatrali e intrattenimenti musicali; organizzare e gestire corsi a carattere artistico e/o culturale ed attività di formazione culturale e professionale, anche in modalità telematica ed e-learning; pubblicare per i soci riviste, bollettini, atti di convegni, materiali audio e video; organizzare incontri tra i soci in occasione di festività, ricorrenze ed ogni altra attività associativa, culturale, ricreativa ed editoriale aderente agli scopi dell’associazione; partecipare ad altri circoli od associazioni aventi scopi analoghi nonché partecipare ad enti od associazioni con scopi sociali, culturali ed umanitari; attuare ogni altra attività necessaria od opportuna al fine del raggiungimento degli scopi che riguardano l’associazione;
  • gestire iniziative di promozione di turismo giovanile con il fine di stimolare la socializzazione ed il confronto tra i giovani, promuovere iniziative a tutela di interessi storico, artistico e architettonico, e culturali in genere, anche mediante visite guidate a monumenti e biblioteche.

I SOCI

Sono ammessi a far parte dell’Associazione tutti gli uomini e le donne che accettano gli articoli dell’Atto Costitutivo e dello Statuto, che condividano gli scopi dell’associazione e si impegnino a dedicare una partedel loro tempo per il loro raggiungimento.

L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Comitato Direttivo. L’ammissione all’Associazione è deliberata dal Comitato Direttivo su domanda scritta del richiedente nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità. In base alle disposizioni del d.lgs. 196/2003 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell’Associazione previo assenso scritto del socio. Il diniego va motivato.

All’atto dell’ammissione il socio si impegna al versamento della quota sociale di autofinanziamento annuale nella misura fissata dal Comitato Direttivo ed approvata in sede di bilancio dall’Assemblea ordinaria, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati. Non è ammessa la figura del socio temporaneo. La quota associativa è intrasmissibile. Ci sono due categorie di soci:

  • Soci fondatori: coloro che sono intervenuti alla costituzione dell’associazione, hanno diritto di voto, sono eleggibili alle cariche sociali, la loro qualità di soci ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, ma solo al pagamento della quota sociale.
  • Soci effettivi: coloro che hanno chiesto e ottenuto la qualifica di socio dal Comitato Direttivo. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. La loro qualità di soci effettivi è subordinata all’iscrizione e al pagamento della quota sociale. Il numero dei soci effettivi è illimitato. I soci sono tenuti al pagamento della quota sociale entro 10 giorni dall’iscrizione nel libro soci. L’ammontare della quota annuale è stabilito dall’assemblea in sede di approvazione del bilancio.

Le attività svolte dai soci a favore dell’associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato e gratuite. L’associazione può in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

I DIRITTI DEI SOCI

I soci aderenti all’associazione hanno diritto di eleggere gli organi sociali. Tutti i soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto: il socio volontario non potrà in alcun modo essere retribuito, ma avrà diritto al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata. L’associazione si avvale in modo prevalente di attività prestata in forma volontaria e gratuita dei propri associati. Tutti i soci hanno diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell’associazione. Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto.

I DOVERI DEI SOCI

Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’associazione in modo personale e volontario e senza il perseguimento di fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate.

Il comportamento del socio verso gli altri aderenti ed all’esterno dell’Associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Atto e delle lince programmatiche emanate.

GLI ORGANI SOCIALI

Gli organi dell’associazione sono:

  • L’Assemblea dei soci;
  • II Comitato Direttivo;
  • Il Presidente.

L’ASSEMBLEA

L’Assemblea dei soci è organo sovrano dell’associazione. L’Assemblea è costituita dai soci fondatori e dai soci effettivi, è convocata dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci, mediante avviso scritto da inviare a mezzo posta elettronica agli associati presso i recapiti forniti dai soci al momento dell’iscrizione, almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza; l’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno ed è presieduta dal Presidente stesso o da un suo delegato nominato tra i membri del Comitato Direttivo.

IL COMITATO DIRETTIVO

L’associazione è amministrata da un Comitato Direttivo composto da tre a dieci membri. I membri del Comitato Direttivo sono nominati dal Presidente e la loro nomina viene sottoposta all’approvazione dell’ Assemblea. La convocazione del Comitato Direttivo è decisa dal Presidente o richiesta e automaticamente convocata se l’istanza proviene da almeno tre membri del Comitato Direttivo stesso. Le delibere devono avere il voto della maggioranza assoluta dei presenti, a parità di voti prevale il voto del Presidente.

IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione, presiede il Comitato Direttivo e l’Assemblea. Rappresenta l’associazione di fronte alle autorità ed è il suo portavoce ufficiale. Convoca l’Assemblea dei soci e il Comitato Direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.

I MEZZI FINANZIARI

I mezzi finanziari per il funzionamento dell’associazione provengono:

  • dalle quote versate dai soci nella misura decisa annualmente dal Comitato direttivo e ratificata dall’Assemblea;
  • dai contributi, donazioni, lasciti in denaro o in natura provenienti da persone e/o enti le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali. Il Comitato Direttivo potrà rifiutare qualsiasi donazione che sia tesa a condizionare in qualsivoglia modo l’associazione;
  • da iniziative promozionali.

I fondi dell’associazione non potranno essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse. Ogni mezzo che non sia in contrasto con il Regolamento interno e con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all’associazione e arricchire il suo patrimonio.

IL BILANCIO

I bilanci sono predisposti dal Comitato Direttivo e approvati dall’Assemblea. L’esercizio sociale si considera chiuso alla data del 31 dicembre di ciascun anno.

WhatsApp chat